Ogni anno, viene organizzato il Salone del Mobile, principale fiera di settore a livello europeo che richiama a Milano oltre 1500 aziende specializzate e più di 200 mila visitatori.

Lualma, da sempre si interessa al mondo del design e anche in questa occasione ha deciso di essere presente e di inviare una piccola delegazione aziendale a curiosare tra i padiglioni della fiera.

Ci siamo soffermati su ciò che più si lega con la nostra azienda, ovvero tutto ciò che riguarda l’alluminio e quello che ci ha davvero colpito lasciandoci piacevolmente impressionati è come alcuni tra i più grandi designer moderni scelgano sempre più spesso questo materiale, per le proprie qualità fisiche come lucentezza e versatilità che lo rendono perfetto per un arredo in stile minimal, moderno e ricercato.

Ciò che veramente differenzia l’alluminio dalla maggior parte dei materiali usati per la creazione di mobili è la possibilità di essere riciclato al 100% ed è proprio questo che gli conferisce lo scettro di “materiale del futuro”.

 

Da Philippe Stark a Chistophe Pillet e Michel Charlot, al Salone del Mobile ci siamo imbattuti in curve, spigoli, superfici opache e traslucide che hanno come denominatore comune l’essere interamente costruite di alluminio riciclato.

Come avevamo già detto parlando della nuovissima BMW I3, la società sta lentamente cambiando, sta prendendo coscienza del fatto che l’apparenza da sola non basta più, che la forma senza la sostanza non è sufficiente ed è per questo che sta diventando sempre più facile imbattersi in materiali ecosostenibili e riciclati, primo tra tutti l’alluminio.