Si svolge il 24 ottobre l’evento promosso da 4industry

Appuntamento alle ore 17 al Museo del Patrimonio Industriale (Bologna, via della Beverara 123)

Ozzano dell’Emilia, 16 ottobre 2017. Si svolge il 24 ottobre il secondo evento promosso da 4industry, associazione culturale senza scopo di lucro che mira a divulgare la cultura dell’innovazione industriale italiana attraverso l’omonimo canale web www.4industry.tv.

L’iniziativa, dal titolo ‘Fattore umano e tecnologia’, andrà in scena alle ore 17 a Bologna, al Museo del Patrimonio Industriale (ex Fornace Galotti) in via della Beverara 123. L’evento si svolge con il patrocinio del Museo del Patrimonio Industriale, Associazione Amici del Museo del Patrimonio Industriale, Hypertec Solution, Crit, Lualma Anodica, DZ Tech Group. Il filo conduttore dell’evento sarà il rapporto tra il fattore umano e la continua crescita delle tecnologie nell’ambito della quarta rivoluzione industriale, che i tedeschi hanno chiamato 4.0.

Quella del rapporto tra uomo e macchina è ormai una storia antica. Da secoli si discute se le innovazioni tecnologiche e le macchine possano sostituire l’uomo, producendo quindi una riduzione dell’occupazione. Allo stesso tempo, la realtà ci consegna un quadro in cui le innovazioni tecnologiche, oltre ad avere migliorato la qualità di vita delle persone, hanno generato nuove prospettive occupazionali, nonché la nascita di profili professionali inesistenti fino a una manciata di anni fa. La formazione dei giovani gioca quindi un ruolo strategico in questa importante sfida.

A partire da questo contesto, l’evento si articola in due sessioni. Dopo la registrazione dei presenti e l’apertura dei lavori da parte di Alberto Lelli, presidente di Lualma Anodica, sono previsti gli interventi di Adriano Garella, Dassault Systèmes Senior Sales, e Gildo Bosi, Automation R&D Manager Sacmi. In particolare, Adriano Garella parlerà di ‘Tecnologia, finanziamenti, processi e persone. La sfida digitale’, mentre la relazione di Gildo Bosi, dal titolo ‘Dalla raccolta dati al controllo totale di processo. L’esperienza Sacmi’, sarà focalizzata sull’esperienza del Gruppo Sacmi.

Alle 18 è previsto un coffee break e, a seguire, si svolgerà la seconda sessione dell’evento con la tavola rotonda ‘Fattore umano e tecnologia: esperienze e prospettive‘.

A partire dai temi trattati nella prima sessione, si svilupperà un momento di approfondimento con alcuni spunti di riflessione a cui partecipano Adriano Garella, Dassault Systèmes Senior Sales, Gildo Bosi, Automation R&D Manager Sacmi, Marco Baracchi, direttore generale Crit, Daniele Bucci, Direzione Finanza e IT Hypertec Solution, Gianni Faraci, Presidente Associazione Faremeccanica, Ylli Doko, Ceo DZ Tech Group. Modera il giornalista Corrado Ravaioli.

A chiudere i lavori sarà Lia Grandi, presidente dell’associazione 4industry, secondo la quale «oggi viviamo in un mondo caratterizzato da due velocità differenti e spesso contrapposte: da una parte, lo sviluppo delle tecnologie digitali che prosegue a ritmi sempre più serrati; dall’altra un lento rinnovamento delle infrastrutture IT e un sistema scolastico che purtroppo si trova un passo indietro rispetto alle richieste delle aziende. Alla luce di ciò, questo evento punta a raccontare le esperienze di alcune importanti realtà imprenditoriali per poi avviare un momento di confronto e approfondimento».

Fattore umano e tecnologia